Macchine Fotografiche

Come padroneggiare l'app Lightroom per scatti di smartphone di livello superiore

(Credito immagine: futuro)

Quindi cos'è esattamente l'app Lightroom? Formalmente noto come Lightroom Mobile, è essenzialmente una versione per smartphone e tablet di Lightroom CC che incorpora una fotocamera nell'app, oltre alla possibilità di modificare le immagini e condividerle.



Questa soluzione one-stop è dotata di una fotocamera 'Automatica' di base, in cui puoi semplicemente inquadrare e scattare con il controllo sulla compensazione dell'esposizione. Ma ottieni anche una fotocamera 'professionale', che tratteremo in questa guida, in cui puoi controllare manualmente tutte le impostazioni della fotocamera tranne l'apertura.

Ciò include tutto, dall'acquisizione all'editing e alla condivisione sui social media. Puoi anche condividere le foto nella sezione 'Scopri' dell'app, che è effettivamente l'equivalente di Instagram di Adobe con l'ulteriore vantaggio di vedere l'elaborazione che altri hanno applicato alle loro immagini.

Come scattare foto nell'app Lightroom

La fotocamera integrata dell'app Lightroom è piuttosto semplice, indipendentemente dal fatto che scatti in modalità 'Automatica' o 'Professionale'. Ma ciò che fornisce è tutto il controllo di cui hai bisogno per scattare quasi ogni tipo di foto. L'utilizzo della fotocamera integrata offre un'esperienza senza interruzioni all'interno dell'app Lightroom e puoi scattare, modificare e condividere immagini in pochi minuti.

Oltre alle opzioni della fotocamera 'Automatica' e 'Professionale', la fotocamera include anche la possibilità di riprendere immagini HDR (High Dynamic Range). Questo vede le immagini risultanti unite in un singolo file Raw per la modifica, il che è fantastico per catturare i dettagli in scene ad alto contrasto come i paesaggi. Questa funzione è sorprendente, ma alcuni utenti Android potrebbero scoprire che la funzione non è supportata sui loro telefoni.

Puoi anche scattare esposizioni lunghe per un effetto creativo o per mantenere bassi i livelli di ISO e rumore nelle immagini, anche se per questo avrai bisogno di un treppiede. Le griglie compositive, come la regola dei terzi, il rapporto aureo e l'orizzonte/livello virtuale, sono ottime anche per assistere con la composizione e garantire che la fotocamera sia a livello durante le riprese. Ecco come iniziare e sbloccare tutta la potenza dell'app Lightroom con un abbonamento a Creative Cloud...

1. Imposta il formato del tuo file

(Credito immagine: futuro)

Fare clic sull'icona della fotocamera nella sezione Libreria dell'app, dove si apre per impostazione predefinita, per aprire la sezione della fotocamera dell'app.

A seconda dell'orientamento del tuo telefono iOS o Android, il formato file selezionato sarà nella parte superiore dello schermo o a sinistra. Fai clic su questo e seleziona 'DNG' in modo da poter godere dei vantaggi delle riprese raw (richiede un abbonamento a Creative Cloud).

2. Attiva le guide

(Credito immagine: futuro)

Sotto il pulsante di scatto, assicurati che il menu a discesa sia impostato su 'Professionale', quindi fai clic sui tre punti accanto alle impostazioni della fotocamera e fai clic sull'icona a forma di occhio (o su iOS, un'icona a griglia) che ti porterà a un sezione in cui è possibile applicare diverse griglie compositive e un Livello. È inoltre possibile impostare il rapporto dell'immagine, l'autoscatto e accedere ad altre impostazioni della fotocamera in quest'area.

3. Scatta in modalità professionale

quanto costa fare un fitbit

(Credito immagine: futuro)

Fare clic sulle varie impostazioni lungo il bordo della schermata Live View per regolare ISO, bilanciamento del bianco e velocità dell'otturatore.

Per ottenere un'esposizione corretta, è la velocità dell'otturatore che dovrà essere regolata, quindi assicurati che per la presa a mano libera sia a 1/60 di secondo o più veloce. In caso contrario, aumenta l'ISO, ma scatta sempre con l'impostazione più bassa che puoi ottenere. Naturalmente, dovrai premere il pulsante di scatto blu per scattare.

  • Queste sono le migliori alternative a Lightroom in questo momento

Come modificare le foto nell'app Lightroom

La modifica nell'app Lightroom è incredibilmente intuitiva se utilizzi già le versioni desktop di Lightroom. Ma anche per i principianti, i gruppi di controllo nella parte inferiore della schermata dell'app richiedono pochissimo tempo per abituarsi, quindi imparerai esattamente dove si trovano i vari controlli in pochissimo tempo.

Come accennato in precedenza, avrai bisogno di un abbonamento Creative Cloud compatibile per accedere a tutti gli strumenti e le funzionalità dell'app, quindi Adobe ha incorporato una carota qui per cercare di invogliare gli utenti a sottoscrivere gli abbonamenti. Per la sola app per smartphone, probabilmente non vale il costo, ma se utilizzi già le versioni desktop di Lightroom e Photoshop (o hai intenzione di farlo), puoi anche sfruttare l'eccellente app per telefono.

In termini di modifica, puoi applicare la maggior parte delle regolazioni possibili nelle versioni desktop di Lightroom: è piuttosto notevole. Questi includono ritaglio, esposizione, ombre, luci, bilanciamento del bianco, correzioni dell'obiettivo, correzione della distorsione, regolazioni localizzate e molto altro. In poche parole, hai tutto il necessario per elaborare le tue immagini con lo stesso livello di controllo di Lightroom CC.

Ecco come farlo, usando il nostro esempio Lighthouse all'inizio di questa guida.

1. Attiva l'istogramma

(Credito immagine: futuro)

Nella sezione 'Libreria' dell'app, seleziona l'immagine che desideri modificare facendo clic su di essa per aprirla nella sezione di modifica. Fai clic sui tre punti e assicurati che Mostra istogramma sia attivato (su iOS, è nel menu 'Opzioni di visualizzazione').

L'istogramma è uno strumento che aiuta a mostrare il ritaglio di ombre (a sinistra) o luci (a destra). Se il grafico tocca entrambi i lati, sai che una di quelle cose sta accadendo nella tua immagine. Sebbene non tutti gli istogrammi debbano mostrare una distribuzione uniforme dei toni, è lo strumento migliore per evitare le alte luci bruciate.

2. Inizia con le regolazioni di base

(Credito immagine: futuro)

Nella parte inferiore dello schermo ci sono 15 icone con un'etichetta. Sono abbastanza autoesplicativi, ma i più comunemente usati sono Luce (mostrato qui), Colore, Effetti, Selettivo e Guarigione.

Ha senso esplorare tutti questi controlli per familiarizzare con dove si trovano i diversi strumenti. Per questa immagine erano necessari solo gli strumenti Luce, Colore, Ritaglio e Regolazione selettiva.

Nella sezione 'Luce', abbiamo aumentato il contrasto, alzato le ombre e i bianchi e ridotto le luci per far risaltare il primo piano e aggiungere un po' più di drammaticità al cielo.

3. Passa alle regolazioni selettive

(Credito immagine: futuro)

Fare clic sull'icona 'Selettivo' nella parte inferiore dello schermo e quindi sul simbolo '+' che consente di selezionare il pennello di regolazione, il filtro radiale o il filtro graduato.

Dopo aver fatto clic sullo strumento richiesto, puoi semplicemente fare clic sull'immagine e trascinare o dipingere sull'area che desideri regolare. Uno degli strumenti più utili per i paesaggi è il filtro graduato, che consente di regolare facilmente l'esposizione sopra o sotto l'orizzonte.

In questa immagine, l'abbiamo usato per ridurre leggermente l'esposizione nel cielo per far risaltare più dettagli delle nuvole e dargli un blu più profondo. Al termine, fai clic sull'icona del segno di spunta.

4. Ritaglia e raddrizza

(Credito immagine: futuro)

Se devi ritagliare e raddrizzare l'immagine, fai clic sull'icona 'Ritaglia'. Nella parte inferiore dello schermo ci sono opzioni chiaramente etichettate per il rapporto di ritaglio, oltre a opzioni per bloccare il rapporto, raddrizzare automaticamente l'immagine, ruotare l'immagine e capovolgerla.

L'immagine sopra è stata raddrizzata manualmente utilizzando lo strumento di ritaglio impostato sul rapporto dell'immagine originale, spostando il controllo dell'angolo sotto l'immagine.

5. Esporta

(Credito immagine: futuro)

Una volta terminata la modifica, il file raw modificato rimarrà nella libreria dell'app Lightroom, anche se dovrai esportare le immagini per condividerle.

Per fare ciò, fai clic sull'icona di condivisione e scegli come condividere l'immagine dall'elenco. 'Condividi su...' apre altre opzioni di condivisione delle app, mentre 'Salva su dispositivo' le inserisce nel rullino fotografico.

Preset dell'app Lightroom: come posso crearne uno personalizzato?

L'app Lightroom dispone di preimpostazioni di ripresa e modifica che ti aiutano a ottenere sguardi specifici con il semplice tocco di un pulsante. In entrambe le sezioni della fotocamera e di modifica dell'app, si accede a queste facendo clic sull'icona composta da due cerchi sovrapposti.

I cinque preset di scatto applicano effetti alle immagini mentre le scatti e questi possono essere applicati sia a JPEG che a file raw. Questi sono fantastici se ti piace vedere un effetto sullo schermo mentre scatti e gli effetti possono essere invertiti durante la modifica, se lo desideri, ma ci sono molti altri preset disponibili nella sezione di modifica dell'app, quindi nel complesso sono molto meglio .

Ci sono oltre 150 preimpostazioni di modifica che vanno dalle correzioni di elaborazione rapida agli effetti di colore creativi, quindi è possibile elaborare le tue immagini interamente utilizzando le preimpostazioni anziché i controlli manuali. Inoltre, puoi creare i tuoi preset o importare quelli creati da altri utenti, quindi c'è un'enorme quantità di possibilità per aumentare la raccolta di preset disponibili. Diamo un'occhiata a come applicare i preset di modifica e come salvare i tuoi...

1. Seleziona un preset

(Credito immagine: futuro)

Se lo desideri, apporta modifiche manuali alla tua immagine, oppure puoi semplicemente tuffarti direttamente nei Preset facendo clic sull'icona Preset nella parte inferiore dello schermo.

I predefiniti premium si basano sugli effetti colore, mentre i predefiniti libreria sono modifiche con un clic per tipi di immagini generali e specifici. È possibile utilizzare una combinazione di una o entrambe le sezioni per elaborare le immagini senza la necessità di regolazioni manuali.

2. Applicare il preset

(Credito immagine: futuro)

I predefiniti mostrano piccole miniature in modo da poter vedere il loro effetto prima di applicarli, anche se questo è più utile per gli effetti a colori e in bianco e nero, perché effetti come la nitidezza sono difficili da vedere a dimensioni così piccole.

Una volta selezionato un Preset, puoi fare clic sul segno di spunta per spostarti su un altro Preset o su un altro aspetto della modifica.

3. Crea preset

(Credito immagine: futuro)

Puoi creare i tuoi preset e decidere se includere o meno le regolazioni Profilo, Strumenti, Luce, Colore, Effetti, Dettaglio, Ottica e Geometria.

Per fare ciò, modifica manualmente l'immagine, quindi fai clic sui tre punti e seleziona 'Crea predefinito'. Assegna un nome al Preset e seleziona le aree di regolazione che desideri includere prima di fare clic sul segno di spunta per chiudere la finestra di dialogo.

Le migliori offerte di Adobe Creative Cloud Photography Plan di oggi Adobe Piano fotografico (20GB) $ 9,99/mese Visualizzazione a Adobe Adobe Piano CC Lightroom (1 TB) $ 9,99/mese Visualizzazione a Adobe Adobe Piano fotografico (1 TB) $ 19,99/mese Visualizzazione a Adobe

James Abbott è un fotografo professionista di ritratti e paesaggi e un giornalista fotografico freelance che produce parole e immagini per le migliori riviste di fotografia nel Regno Unito. James è anche un docente universitario qualificato e ha insegnato fotografia e Photoshop a un'ampia gamma di gruppi di età e situazioni, tra cui l'apprendimento individuale, di gruppo ea distanza.

Vedi altre notizie sulle fotocamere